Il caffè piace tanto ai grafici, ai designer, agli architetti e gli scrittori. Fondamentalmente ai sedentari, a chi lavora alla scrivania e fa le ore piccole; tendenzialmente ai creativi poichè ha effetto stimolante sulle sinapsi ed influenza le meteorologie cerebrali: la tempesta di idee, il brain storming. Se siete italiani la mania si estende anche alle macchine, le moke, i filtri, i macinini, le miscele, i sacchi di iuta, l'alluminio, le tazzine, il suono del cucchiaino che tintinna sulla porcellana. E per la proprietà transitiva anche ai luoghi dove lo si fa: il bar...

Ho recentemente celebrato il caffè nella tavola CGI "Coffee hardwork" e nello scatto caffè e bonsai sul mio blog fotografico. Questa volta, sperimento una gif animata su una tazzina che conserva il caffè bollente all'infinito.

Realizzare una gif animata è una esperienza quasi zen. Può richiedere molto tempo per essere realizzata, almeno a livelli qualitativi e creativi elevati; e necessita di pazienza e attenzione ai minimi particolari nell'immagine e nel formato di esportazione. La gif animata, nata agli albori del web come formato di compressione per brevi animazioni è stata presto dimenticata quando la banda larga ha aperto ad internet le capacità dello streaming video. Gode ora di rinnovato interesse creativo e sui social.

Ma ha anche il merito di aver recuperato lo spirito dei primi espertimenti di fotografia in movimento: quelli con il cavallo in movimento di Edward Muybridge (1878) e del fucile cronofotografico di Entienne Jules Marey (1882). Fotografia che riproduceva un brevissimo istante animato, che presto sarebbe diventato il cinema. I limiti dell'epoca imponevano brevità e piccolo formato in un compromesso che proprio come oggi invita a cogliere l'istante vivo e minimale. Niente di nuovo: dall'analogico al digitale, formati diversi ma stesse spinte creative.

I requisiti della gif fotografica animata perfetta

1: Bella fotografia. La gif animata eredita la sua estetica dalla fotografia; inquadratura, luce e soggetto devono essere ben studiati e riuscire a "catturare" il momento.

2: Gamma di colori limitata. La gif animata intesa come formato web può riprodurre un massimo di 256 colori; che sono pochissimi per la resa fotografica. Ecco perchè la giusta gamma di colori è quella con le tonalità il più possibile convergenti; in modo da poter riprodurre l'immagine sfruttando al meglio il limite dei campioni colore disponibili. Ideale il bianco e nero o le campiture contrastate tendenti al colore piatto.

3: Assenza di movimento di camera. La "regia" non deve rivelarsi nemmeno con una minima vibrazione della cornice. Significa cavalletto e stabilizzazione assoluta dell'immagine. In questo senso la gif animata mira al perfetto naturalismo: non rivelando il punto di vista riesce ad amplificare l'effetto realtà provocando una sensazione quasi di tridimensionalità.

4: Unico punto focale dinamico nella scena. Il movimento deve essere limitato ad un solo elemento e non deve coinvolgere più del 30% di superfice nell'inquadratura.

5: Azione ripetitiva nella realtà. Il movimento deve essere breve e completo, ciclico per sua natura. Come il fabbro col martello nel presepe, l'altalena, lo scondizolo di un cane. La sequenza continua e senza stacchi, deve contenere due frame identici. Solo così si ottiene la sensazione di un movimento perpetuo.

Quale è il segreto del formato gif

Compatibilità assoluta e usabilità. Non necessita di alcun player ed è crossbrowser dalla notte dei tempi fino alle ultime versioni. L'assenza degli strumenti play/stop tipiche dei video lo rende perfetto per essere integrato in maniera trasparente con grafica html e css.

Framerate a 100 fps variabile. Le animazioni gif possono aggiornare fino a 100 frame per secondo; sono quindi fluide quasi come la realtà. Ed ogni fotogramma può essere impostato con una durata differente. I movimenti più lenti o le pause possono essere visualizzate da una sola immagine dilatata nel tempo a piacimento; opttimizzando ogni singolo fotogramma.

Altri esempi

Esempi meravigliosi di questa tecnica sono visibili sul sito http://cinemagraphs.com/. Alcuni altri esempi, realizzati da un caro amico li potete trovare qui: http://sirjoeworks.com/gif-animations